top of page

Opi

Opi è un borgo medievale con 420 abitanti, situato nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Riconosciuto nel 2009 come uno dei “Borghi più Belli d’Italia” e premiato con la Bandiera Arancione nel 2016, Opi si erge su un promontorio roccioso che domina la pittoresca vallata del fiume Sangro. 

### Caratteristiche Storiche e Architettoniche

Fondato intorno all'anno 1000, Opi presenta una struttura urbanistica tipica dell'epoca medievale. Le case, disposte in una doppia fila senza spazi tra loro, formano una sorta di cinta muraria naturale a difesa del borgo, rendendo l’intero abitato simile a un oppidum, ovvero un “castello fortificato”. Questa particolare configurazione conferisce a Opi, vista dall'alto, l’aspetto di una goccia o, in inverno, di una nave tra i ghiacci, e in estate, di un'isola in mezzo a un mare verde.

### Natura e Escursioni

Immerso in un anfiteatro naturale di imponenti montagne ricche di boschi, Opi offre innumerevoli opportunità di passeggiate ed escursioni. Un magnifico itinerario conduce al monte Amaro (1862 m) dalla Val Fondillo, offrendo viste spettacolari sulle faggete della valle, le vette selvagge della Camosciara e il massiccio del Marsicano. La Camosciara, con le sue ripide e fitte foreste, è uno dei luoghi più segreti del Parco, accessibile inizialmente tramite una comoda mulattiera e poi attraverso sentieri più ripidi che regalano panorami mozzafiato su cascate e montagne. 

### Fauna e Flora

Opi è circondato da una natura incontaminata che ospita specie animali rare come l’orso bruno marsicano, il camoscio d’Abruzzo, il lupo appenninico, l’aquila reale e la lince. Le escursioni permettono di esplorare questi habitat naturali, dove è facile avvistare camosci e altre specie in via di estinzione. Tra le passeggiate più piacevoli c'è quella lungo la Val Fondillo, attraverso l’antica mulattiera che conduce verso la Val Canneto e il versante laziale del Parco.

### L'Impronta di Escher

La magia dell'arte di Maurits Cornelis Escher ha lasciato un'impronta indelebile in Abruzzo. Il grande artista olandese, noto per le sue illusioni ottiche e geometrie impossibili, visitò la regione per la prima volta nel 1929 e ne rimase affascinato. I paesaggi montani, i borghi medievali e la bellezza selvaggia dell'Abruzzo ispirarono profondamente Escher, influenzando molte delle sue opere. Opi, con la sua posizione all'interno del Parco Nazionale d'Abruzzo, colpì particolarmente Escher per la sua elevata posizione e l'accessibilità limitata dell'epoca.

### Conclusione

Opi, con il suo ricco patrimonio storico e culturale, il suo affascinante paesaggio naturale e le connessioni con l'arte di Escher, è un luogo imperdibile nel Parco Nazionale d'Abruzzo. Che si tratti di esplorare le sue antiche strade, ammirare le viste mozzafiato dalle sue montagne o immergersi nella natura selvaggia, Opi offre un’esperienza unica che unisce storia, natura e arte in un armonioso equilibrio.

pagliara opi.jpg
opi.jpg
huuyugui.jpg
DSC06225.JPG
pagliara opi.jpg

Le nostre escursioni nel territorio di Opi

Every website has a story, and your visitors want to hear yours. This space is a great opportunity to give a full background on who you are, what your team does and what your site has to offer. Double click on the text box to start editing your content and make sure to add all the relevant details you want site visitors to know.

If you’re a business, talk about how you started and share your professional journey. Explain your core values, your commitment to customers and how you stand out from the crowd. Add a photo, gallery or video for even more engagement.

bottom of page