top of page
409_1-Lago-Vivo.jpg

LAGO VIVO

L'Anello di Lago Vivo e il Monte Serrone

Incastonato nella meravigliosa conca a 1591 metri di altezza, il Lago Vivo è dominato dalle imponenti cime dello Iamiccio, del Tartaro, dell'Altare e del Petroso, quest'ultimo raggiungente i 2249 metri, rappresentando così la vetta più alta del Parco.

Il nome "Lago Vivo" deriva dalla peculiare caratteristica di questo suggestivo bacino, che varia continuamente le sue dimensioni in base alle stagioni. Durante la primavera, con lo scioglimento delle nevi, il lago raggiunge il massimo livello. In questo periodo, merita certamente una visita la Grotta dello Schievo, una sorgente carsica del Rio Torto che forma numerose cascate.

La primavera offre uno splendido paesaggio, grazie alla presenza abbondante d'acqua, al verde tenero delle foglie dei faggi e le prime fioriture primaverili. Questa località è anche molto frequentata da cervi, camosci, orsi e lupi.

CARATTERISTICHE DEL PERCORSO

PERIODO

14 e 25 Aprile;

5 e 18 Maggio

DIFFICOLTÀ

Medio

DURATA

5 Ore - Andata e Ritorno (Pause Escluse)

ORARIO

9:00 - 16:00

GRUPPO

max. 20 persone

DISLIVELLO

460 m

POSIZIONE

Partenza : Pescasseroli 
Percorso: Barrea - Lago Vivo

SVOLGIMENTO DEL PROGRAMMA

Appuntamento a Pescasseroli, presso Il Bel Sentiero, via della Piazza, 10, alle ore 08:30. Spostamento in macchina fino all’attacco del sentiero, oppure presso il belvedere di Barrea alle ore 09:00. Il sentiero si inoltra nella foresta con una salita dapprima abbastanza lieve e piacevole. In alcuni tratti, il percorso diventa sassoso e prosegue nella cosiddetta Valle dell'Inferno, in costante salita attraversando la morena di un vecchio ghiacciaio. Poi, il Valico del Buon Passo con un'effigie della Madonna delle Grazie posta a protezione dei viandanti. A breve si raggiunge il punto più alto del percorso per poi ridiscendere nella meravigliosa conca in cui è incastonato lo splendido Lago Vivo. In primavera, l’allegro gracidare delle rane è l’unico suono udibile, mentre il tappeto erboso si copre di fiori di tutti i colori. Al margine sinistro dell'altopiano, la "fonte degli uccelli" garantisce acqua in ogni periodo dell'anno. Il sentiero continua e permette il rientro attraverso una splendida faggeta e formazioni carsiche, fino ad arrivare alla Grotta dello Schievo.

INFORMAZIONI UTILI

ATTREZZATURA INDISPENSABILE

scarpe da trekking, zaino da 20 l, abbigliamento a strati adatto alla stagione, binocolo,  borraccia ( plastic free) con acqua o tisana calda

EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO

bastoncini da trekking, snack, occhiali da sole, macchina fotografica, stuoia impermeabile.

INFORMATIVE

  • La guida si riserva il diritto di annullare o modificare l’itinerario proposto a sua discrezione, per garantire la sicurezza in base alle condizioni del meteo, del sentiero e dei partecipanti

  • Il pranzo al sacco non è compreso nel costo dell'escursione

  • Gli spostamenti in macchina per raggiungere l'attacco del sentiero saranno effettuati con mezzi propri.

INFORMAZIONI UTILI

ADULTI

20 €

BAMBINI (6 - 12 ANNI)

15 €

BAMBINI (0 - 6 ANNI)

GRATIS

È possibile effettuare una prenotazione senza obbligo di pagamento e saldare il saldo al momento dell'arrivo. Poiché il trekking ha un numero limitato di posti disponibili, ti invitiamo a prenotare il prima possibile per assicurarti di non rimanere senza posto.

DOMANDE FREQUENTI

bottom of page